Merlo e Mogherini in Ecuador a riunione Gruppo di Contatto per Venezuela

Il senatore italo-argentino Ricardo Merlo, sottosegretario agli Esteri con delega agli italiani nel mondo, parteciperà in rappresentanza dell’Italia al Gruppo di Contatto internazionale sul Venezuela. Lo scrive il giornale web ItaliaChiamaItalia, vicinissimo al senatore e sottosegretario del Maie residente in Argentina ed eletto nella circoscrizione sudamericana. Il secondo incontro ministeriale sulla crisi che attanaglia il Venezuela si terrà oggi 28 marzo a Quito, capitale dell'Ecuador. Oltre all’Italia, presenti dall’Unione europea, Francia, Germania, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna e Svezia. Per quanto riguarda l’America latina, ci saranno i rappresentanti di Bolivia (unico Paese, guidato dal socialista Evo Morales, alleato del regime chavista venezuelano, nella foto d'apertura, è a sinistra con Merlo), Costa Rica, Ecuador (che si è allontanato da Caracas con la presidenza del socialista Lenin Moreno) e Uruguay (altro Paese governato dalla sinistra moto critica col regime di Nicolas Maduro).

 

 

I lavori a Quito inizieranno con gli interventi di saluto del ministro degli Esteri locale, Josè Valencia (nella foto a fianco, è a sinistra con l'uruguayano Luis Almagro, presidente dell'organizzazione degli stati americani, che ha sanzionato e cacciato il Venezuela), e della commissaria dell' Ue, l'italiana Federica MogheriniTra i temi che verranno affrontati, gli aiuti umanitari in Venezuela e, naturalmente, la possibilità di tornare a elezioni libere e democraticheAl termine della giornata Valencia e la Mogherini terranno una conferenza stampa.

“L’Italia continua a seguire con grande attenzione quanto accade in Venezuela – ha dichiarato Merlo, espressione del governo italiano che non riconosce il presidente ad hinterim di Caracas Juan Guaidò lavoriamo, insieme agli altri paesi del 'Gruppo di contatto', per una soluzione politica, diplomatica, pacifica. La speranza per tutti coloro che nel mondo hanno a cuore i destini di un popolo in lotta per la libertà è che le potenze mondiali riescano a trovare, in tempi brevi, una strategia comune ad evitare una guerra civile e ulteriori sofferenze a una popolazione provata da anni di dittatura e di povertà”.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=